Elettroshock – Nuova Consonanza (35° Festival, Roma 1998)

[] e ricordi di quella volta, a Roma… a Roma o Milano? Sì sì a Roma eravamo (no mi sa Milano), e prima di prendere il treno per le vacanze in Sicilia andammo a quel festival di pazzi!?! Suoni e rumori, consonanze… futuristi del cazzo! Quasi ci restavo secco! Belli però… se, come no, mioddio eh eh eh! Ma te lo ricordi? Eh? Che dici?
Te lo ricordi o no?

http://www.youtube.com/watch?v=VcHJySm7ZO0&feature=related

 

Elettroshock - Nuova Consonanza (35° Festival, Roma 1998)
 

INTERAZIONI DI "INTERAZIONI"
(un racconto che non ricordavo… così com'era, ed era Roma 1998)
 
 

 A pagina 23 del saggio "Interazioni" si può leggere:
"… tutto ciò che mi propongo è di emettere suoni non organici e organici, sottocutanei e con frequenze da omologare a quelle biofisiche presenti nel mio corpo umano (…), e non umano, per tre quarti. Tutto ciò che mi prefiggo sta racchiuso fra il Fa maggiore 7° ed il Sol bemolle (…), una sensazione d'onnipotenza corporea e acorporea nello stesso medesimo istante, (…) l'Assoluto!”        
                 
Jerry Mchire, "Interazioni e nessi sonori fra il Fa maggiore 7° ed il Sol bemolle: DermaSound e BipSound 2", Darkpaper, London, 1992, Pag.23.
 
Il Dio del Suono, così è conosciuto in tutt’Europa l’autore di questo saggio.
God of Sound: Mr. Jerry Mchire.
Da notare che, per un brevissimo periodo, a Londra, si parlò di ben due Dei del Suono, due assolute divinità terrene per molti, il già citato Mr. Mchire ed il suo amico e collaboratore Marco Lucchini, innovativo musicista e ricercatore italiano proveniente da Arezzo, Toscana. Marco Lucchini è morto nel Settembre 1991, un anno prima della pubblicazione della rivoluzionaria opera dell’amico – collega, opera ormai conosciuta  semplicemente con il titolo "Interazioni".
Jerry Mchire è tuttora imputato con l’accusa d’aver ucciso il proprio amico, circostanze da chiarire, interessi comuni, donne comuni… bazzecole, tuttavia, per una stampa ormai sempre più attratta e soggiogata dalle ricorrenti voci di nuovi clamorosi studi del God of Sound.
Più nessun collega rivolge a Mr. Mchire timide domande su quell’ultima sera in compagnia di Marco Lucchini, delle tracce d’eroina rinvenute dall’autopsia sul pene del toscano,  segni lasciati sui polsi e sulle gambe del cadavere. L’unica cosa che oggi attira l’attenzione di tutto il mondo è solo sapere quale sia, o meglio dire sarà “…quell’Onda Sonora, quella sola ed unica onda sonora, assoluta (…), rintracciabile fra il Fa maggiore 7° ed il Sol bemolle” J. Mchire, Op. Cit., pag.89.

Come è ben spiegato nella breve Introduzione di "Interazioni", curata da Saveria Leoni Lucchini, attuale compagna di Jerry, gli studi del suo defunto marito e di Jerry iniziarono appena tre anni fa, più precisamente nella Primavera del 1988, fra Londra e la Toscana, videro i due impegnarsi in ricerche varie nei più disparati campi, Fisiologia, Informatica, Statistica, Teologia, Fisica, Psicologia, Cibernetica, Chirurgia, Acusmatica, e ovviamente Musicologia.
“L’interesse per il corpo umano quale strumento estetico ed edonistico, ricevente e trasmittente le vibrazioni del Tutto, la sua ondosità e le innumerevoli possibilità di sviluppo (…), l’incremento di queste sue doti naturali lo rendono corpo, inteso come suono/strumento, altamente compatibile, soprattutto, potenziabile con l’aiuto della tecnologia e di Dio.”Dall'Introduzione alla I° Ed. di "Interazioni", pag. 34.

Si vocifera che sia quasi pronto un secondo volume di "Interazioni".

L’elevarsi del piccolo Uomo comune quale “Antenna Universale”, il costruire un vero proprio linguaggio, unico e uno per ogni essere vivente sulla Terra, il piacere nell’essere parte e tutto; questi, in linea di massima, i temi trattati nello studio di Mchire e Lucchini, riassunti nella prima opera dell’autore gallese. Quello spazio nel non – spazio costituito dalla Musica stessa; il limite libero fra il Fa maggiore 7° e il Sol bemolle, termini come DermaSuono, UomoSuono e BipSound, restano, senza alcun dubbio, le fondamenta principali di tutto il lavoro di Jerry. Tuttavia, concetto principe avente un ruolo di primaria importanza, rimane il cosiddetto GapLink delle due citate note, individuate dopo una serie d’esperimenti estremi sul corpo di Marco Lucchini.
Dall’intuizione di Jerry avuta sentendosi contemporaneamente vibrare addosso due cellulari, così come è ampiamente descritta e illustrata dalle straordinarie fotografie di George “P.O.” Hobsworne)nel terzo capitolo di "Interazioni", si arrivò, utilizzando delle Bipmachines create, e su se stesso sperimentate, dal Lucchini, ad individuare l’Onda g, produttrice di stasi e partenze confluenti in quell’Antenna Universale alla quale “…tutti i piaceri del’uomo dovrebbero tendere”.

Quest’Onda g venne individuata fra le frequenze del Fa maggiore 7° e il Sol bemolle, quell’ormai famoso GapLink di cui si accennava sopra.
Fecero davvero impressione le immagini dello studioso italiano avvinghiato da starne macchine, imbottito di altoparlanti, sospeso dentro una sorta di bozzolo, sette metri da terra, in una stanza completamente buia e sonorizzata su frequenze in loop. Dietro i pannelli di vetro, impassibile, Jerry Mchire.

“Fu un lavoro disumano nella sua ricerca del nuovo umano, (…) provammo più di settecento combinazioni di suoni, dal bip di una comunissima sveglia Casio, a quello di un modello Sony; dallo studio di questi suoni bippeggianti (da qui la necessità di coniare il termine BipSound) passammo allo studio del corpo umano quale immensa cassa acustica dall’enorme membrana, l’epidermide (DermaSound n.d.r.)"– da un’intervista rilasciata da Jerry Mchire durante una commemorazione dello scomparso Lucchini. La Chiesa e gli spiriti ben pensanti di tutto il mondo letteralmente inorridirono alle notizie, documentate dai filmati dei notiziari televisivi, di Acts durante i quali si cercava una sorta di “Nuova Comunione attraverso il Suono (….)”, prodotto dagli enormi Emissori (28 x 19) creati appositamente dal Diabolico Duo (così li appellò il Rev. Peterson). Adesso, a distanza di anni dalla scomunica lanciata contro i due studiosi, la Santa Sede ha già annunciato una possibile ritrattazione del contenzioso, a patto, però, che esponenti mandati direttamente da Roma, possano avere l’opportunità di presenziare agli Acts durante il loro svolgimento.

Molti hanno paragonato le ricerche di Mchire a quelle già condotte decenni prima dai vari Stockhausen, Sheppars, e tutto il Movimemto di Ricerca Acusmatica delle Nuove Consonanze.
Lo stesso Lucchini, prima di giungere in Inghilterra, era solito esibirsi in Italia con Composizioni Animate, riconducibili all’esperienza futurista, influenza presente inizialmente anche nella collaborazione con Jerry, ma via via scemata, o meglio, transumata in “(…) una nuova e meravigliosa asaltazione del Grande!”. Se, infatti, Stockhausen considerava l’esigenza di ricercare su grande scala ciò che avveniva su scala molto più piccola, “all'interno del Suono”, la folgorante novità del duo anglo – italiano consisté nel superamento di termini/concetti qualiSuono, Uomo, Tecnophomesi, Acusticità e Gestalt, per non parlare delle due tautologie Causa/Effetto.
Una totale alterazione (…), un infinito annullamento fra Strumento e Non – Strumento" – J. Mchire, Op. Cit., pag.43.

Ecco perché, continuando le ricerche di Lucchini, Jerry Mchire abbia voluto sottoporsi all’asportazione, prima parziale poi totale, delle corde vocali, al sezionamento guidato della parte inferiore della lingua, oltre alle già sperimentate infiltrazioni sottocutanee di Skinback e nanoaltoparlanti. Le sempre più rare notizie su Mchireprovengono direttamente dalle parole della sua compagna, Saveria Lucchini, il più delle volte pilotate dalla volontà del Dio del suono. Attorno ai due ricercatori, ma specialmente al “più grande scompositore del canto malato di questo Settimo Universo”  (da "Jerry Mchire: The God of Sound", Todd Spencer Heaven, S.T.Ed., Bristol, 1998, pag.6) si è creato un Movimento spontaneo di seguaci e nuovi studiosi/seguaci, Movimento autonominatosi Oitrohk, il suono emesso dal battito continuo delle ali di un Colibrì. Unico intento seguire i dettami provenienti dalle ricerche del loro Profeta gallese.
Ultimamente, tramite le pagine di una testata inglese, Mchire ha fatto sapere di non gradire tutto quest’interesse nei suoi confronti, di non meritarlo, e soprattutto di non essere ancora in grado di “poter gestire una multisonorità del genere”. Dopo questa inaspettata dichiarazione i rapporti fra gli Oitrohkkans e Mr. Mchire hanno subito una battuta d’arresto decisa, dovuta, probabilmente, anche alla paranoica segretezza avvoltasi intorno alla figura di Jerry e dei suoi nuovi studi. Amicizie e solite voci di corridoio hanno rivelato che non bisognerà attendere molto per vedere svelata finalmente l’Onda g del Dio del Suono.

È risaputo, infatti, del mai celato intento del Mchire di “(….) automatizzarsi quale immensa track perpetua, (…) un suono che dalla sua origine organica verrà filtrato nell’inorganico, fino ad essere statico nel suo mutevole divenire, (…) frequenza, solo frequenza, con ulteriori sviluppi del GapLink tuttora sconosciuti!” –  J. Mchire, Op. Cit., pag. 645.

Che Mchire sia finalmente giunto alla tanto attesa apertura del GapLink Fa Maggiore 7°/Sol bemolle, ormai ultimo limite da varcare?

Elettroshock - Nuova Consonanza (35° Festival, Roma 1998)

Il direttore dell’Istituto Carlo Mareggiani, Prof. Paolo De Salvo, docente in Cibernetica applicata e Chirurgia dei sistemi d’innesto, ormai grande amico di Jerry oltre che suo fidato “accordatore” (da una definizione dello stesso Mchire, n.d.r.), ha così gentilmente risposto, in modo meno evasivo di quanto ci si potesse attendere, ad alcune domande di un nostro inviato:
 
–          L’intento di Jerry…  di Mr. Mchire, resta quello di Essere Suono, non più quindi limitarsi al DermaSound già sperimentato dal Lucchini, ovviamente con tutte le implicazioni e complicazioni possibili.

–          Potrebbe spiegarsi meglio? Questa nuova e più estrema esigenza di Mchire sarà forse dovuta al fatto che i suoi innesti sottocutanei non abbiano avuto gli effetti desiderati?

–          Non si tratta di una “nuova esigenza”. Come sicuramente saprà, già in un primo momento, grazie alla collaborazione del mio connazionale Marco Lucchini, e adesso continuando da solo, anzi, supportato dalla sua amabilissima compagna, lo scopo di tutta la ricerca di Jerry era, è e sarà sempre… mi permetto di riassumere in due semplici parole: Uomo Suono! Da un lato, quindi, la ricerca di un Suono guidato dagli “appetiti umani”, dai riflessi dell’Io più   nascosto, perché no? Le esigenze prettamente fisiche di ogni individuo saranno il controcanto indispensabile per capire l’effettiva portata del suo lavoro… coinvogliare questo “Primo Suono” verso il suo naturale “Primo Strumento” originale, l’Uomo, trasmittente e ricevente. Da qui presunta nuova esigenza di Mchire? Eh eh eh una volta scoperte le frequenze stabili del GapLink  – fra il Fa Maggiore 7° ed il sol bemolle –  voleremo oltre!

–          Sarà per questo…volare oltre che si vocifera sempre più insistentemente di ulteriori innesti sullo studioso gallese, continuatori…
 
–          Se vuole sapere quali saranno le nostre prossime “accordature”… bè, mi dispiace deludere la sua curiosità e quella dei lettori, ma non ci sarà nulla, almeno per ora. Jerrysta ancora lavorando sul Suono più che sullo Strumento.
 
–          Sta bene di salute?
 
–          Il vecchio intervento alle corde vocali e, se non rammento male, quel 47% dell’epidermide così saturizzato… non so, di certo avrebbe bisogno di una bella vacanza!

–   Si parla di una sua intenzione di loopparsi in una sorta di macchina “mantieni vita”, con le sole funzioni di base garantite all’infinito, cito il Mchire: “una sinfonia vivente a cui accordarsi tutti”,  che c’è di vero?

–          Mmm… questa notizia la sto apprendendo solo adesso e proprio grazie a lei, fatto sta che l’unico intervento già concordato da me e Mr. Mchire sarà un dilatatorenasale che, attraverso le naturali fasi d’inspirazione ed espirazione, provocherà, almeno speriamo, l’emissione di alcuni suoni su particolari frequenze non troppo lontane e comunque facilmente orientabili verso il GapLink di base. Vede… ciò che è più naturale, come il respirare per vivere, rimane per me l’unica sostanziale base di sviluppo per ogni possibile lavoro. Ho anche letto che dovremmo essere prossimi all’innesto di dilatatori trifasici da applicare agli altri sfinteri di Mr. Mchire…

–          Certo professore, la descrizione dei prossimi innesti sul God of Sound conduce inevitabilmente a quelle notizie riguardanti una possibile, volontaria… come dire,  rinuncia alla vita a favore di una condizione, così come l’ha definita il suo collega Profeessore Gyllian Thomas, di Pianta suono piuttosto che di Uomo – Suono

–          Cazzate! Solo cazzate… mpf, mio collega! Ha mai ascoltato il canto di una Soncus rampicante, di una Coniza Canadiensis o di una Canepinta Nepeta? Si è mai trovato a dover rifuggire dai lamenti di un volgarmente chiamato girasole?
 
 
 
Stefano Tordini
"Musique & Musiciens"
01/12/1995, N° XII, Anno V
 
 
 
 
 

RIFERIMENTI
BIBLIOGRAFICI

 
–          Jerry Mchire, "Interazioni e nessi sonori fra il Fa Maggiore 7° ed il Sol bemolle: DermaSound e BipSound 2", Darkpaper, London, 1997.

–          T.S. Heaven, "Jerry Mchire: The God of Sound", S.T.Ed., Bristol, 1998.

–          George Hobsworne, "Pictures of God", Multimedia Ed., New York/London, 1997.

–          "Paolo De Salvo, "Alle soglie del Suono: testi di Cibernetica applicata e sviluppi sulla Chirurgia d'innesto", Mangiatori, Milano, 1998.

–          Saveria Leone Lucchini, "Morte di un accordo", Darkpaper, London, 1998.

–          Greg Orteridge, "Il Colibrì stellato: storia del movimento Oitrohkkano", Walfare Ed., Amsterdam, 1998.

–          AA.VV., "Dizionario G. Tutto su Derma Sound, BipSound, GapLink, Onda g, BipMachines e Uomo – Suono", Ed. Press, Cambridge, 1999.
 
Nota a margine:
Tutti i titoli della presente Bibliografia sono qui riportati nelle loro prime edizioni. Si fa comunque presente che dal 1998 la Mangiatori Editrice di Milano ha acquistato il 78% dell’intero catalogo delle opere di Jarry Mchire, ottenendone pertanto l’esclusiva per l’Italia.
 
Per ulteriori informazioni:
Mangiatori Editrice S.p.A.
Via Tolmezzo
20121 – Milano, Italy.
 
 
Si Ringrazia per la gentile collaborazione:
Sig.ra Saveria Leone Lucchini, Prof. Paolo De Salvo, Mr. Martin Shepard e Sig.ra Patricia Van der Hoof della redazione di Amsterdam.
 

 

4 thoughts on “Elettroshock – Nuova Consonanza (35° Festival, Roma 1998)”

  1. Interazioni non credo proprio "uscì" mai, nè sul web nè su riviste o gazzette.

    Avevo anche perso il file, quest'estate un amico mi ha fatto avere il racconto che gli avevo inviato nel '99, ancora era la carta a viaggiare… e adesso tornare, 12 anni dopo.

    "I don't like the drugs but the drugs like me" (M.M.) – solo un buon titolo…

    LordA

Comments are closed.